DOVE DIAVOLO SONO I VIGILI URBANI?

 

 

9955040.jpgLa viabilità a Caivano è vergognosamente fuori controllo.

Macchine parcheggiate in doppia fila; moto che sfrecciano a folli velocità nelle strade principali o in prossimità delle scuole; auto che sorpassano impunemente senza tener conto delle più banali regole del codice stradale.

La situazione è, poi, resa ancora più grave dalla presenza, quando si è fortunati, di marciapiedi talmente stretti da risultare inutili, che trasformano le giornate di anziani, mamme con i passeggini e persone costrette alla sedia a rotelle, in inconcepibili e pericolosissime “corse ad ostacoli”.

Il culmine di questo stato di totale abbandono lo si raggiunge all’altezza dell’incrocio che da Via de Gasperi porta verso il corso Umberto, passando per la Farmacia S. Caterina. Centinaia di motorini, con a bordo due o anche più persone (chiaramente senza casco) schizzano impunemente su una strada a doppio senso di circolazione, invadendo la corsia opposta e determinando così pericolosi ingorghi che mettono in serio rischio l’incolumità propria e degli altri conducenti.   Da un po’ di tempo, passare per quella strada, soprattutto il sabato e la domenica sera, è diventato un terno al “lotto”.

Chi è responsabile di questo disordine?

La risposta c’è, ed è il momento di ribadirla con forza senza più nascondersi vigliaccamente dietro un dito: i vigili urbani di Caivano!

Dove sono? Cosa fanno questi signori, che percepiscono uno stipendio che deriva dai nostri contributi? Possibile che siano gli unici a non accorgersi di quanto accade per le strade ogni sera? Possibile che siano gli unici a non aver notato che la piccola rotonda posta davanti al Santuario di Campiglione sia diventata ormai un “optional” per auto e moto, e paradossalmente, un pericolo per chi la rispetta?

Forse aspettano che ci scappi il morto? O che qualche pedone venga travolto da questi veicoli lanciati in strada come missili?

Alla luce di quanto detto chiediamo al Commissario Prefettizio, Dott. Marco Valentini:

di prendere provvedimenti immediati e forti per far fronte a questa situazione diventata, ormai, insostenibile; di mettere in riga quanti (è evidente) non esercitano correttamente la propria professione; di mandare a casa, laddove necessario, quei “fannulloni” incompetenti che rappresentano un danno piuttosto che una risorsa per la nostra città.

 

Comitato Civico Cittadini di Caivano

DOVE DIAVOLO SONO I VIGILI URBANI?ultima modifica: 2009-09-30T11:04:00+02:00da caivanesi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento