SI, MI CANDIDO

4583_1069031451662_1402375391_30158655_4631167_s.jpgDal 2000 ad oggi  mai nessuno  si era ricordato  della signora Tondi, mai!  Si, mi candiderò. E lo faccio per i cittadini caivanesi che come me sono stanchi di essere presi  in  giro. I politici locali sono stati una delusione. Ci hanno portato alla rovina. Ci hanno offerto su un vassoio d’argento  alla microcriminalità.  Ci hanno portato al degrado. Il potere! Solo il  potere! Hanno pensato solo alla poltrona che noi cittadini  gli abbiamo consegnato. Hanno calpestato la nostra dignità.

I cittadini caivanesi saranno messi al corrente  di tutto il malaffare che si svolge sul comune. Combatterò per i diritti di noi tutti. Non prenderemo un solo euro dal comune, cosa che verrà chiesta anche ai futuri  assessori e consiglieri. Tutti i gettoni verranno messi in fondo cassa,  per combattere il degrado di questo paese, per aiutare chi ne ha bisogno

Cosa dice  il Castello?

Il Castello non ha mai aperto le sue porte a nessuno.

Quelle porte sono state sempre chiuse ai cittadini onesti. Io ho bussato a quelle porte  per anni ma mai nessuno le ha spalancate per fare il suo dovere. E’ vergognoso! Le uniche persone che mi hanno soccorso, che sono state vicine a me ed alla mia famiglia sono stati i ragazzi del comitato civico cittadini caivano. Gli unici!

Caivano non meritava questo. Caivano è stata strumentalizzata da chi cercava il potere approfittando della  gente esasperata, compresa me. Gente che li ha votati perché ha creduto alle loro  promesse,  fatte  per incassare voti. Elemosinare voti. Potere, solo potere! Le porte del castello si aprono ogni volta che ci sono le elezioni e subito dopo si richiudono. Diamo un calcio in c….a tutti i politici, che vivono sulle nostre spalle, con i nostri soldi. Io spero che  i cittadini di caivano non si faranno fregare ancora una volta.

La mia decisione di candidarmi?  E’ stata la forza della disperazione. Non accetto più l’abbandono delle istituzioni, non accetto più che le stesse istituzioni  disprezzino caivano ed il suo popolo, dicendo che è un popolo maleducato. Io dico che se  un figlio è maleducato deve essere il genitore a dare educazione,   giusto’? Vuol dire che chi ha occupato fino ad ora  la poltrona non è stato capace di educare, o meglio ha pensato solo ai soldi. Vergogna! Mai nessuno si è fatto avanti per  fare il proprio dovere, e questo è spaventoso e vergognoso! I cittadini verranno informati passo dopo passo di quello che si decide  nei consigli. Voglio capire che fine fanno i nostri soldi, voglio smascherare tutti i lori piani. Così come spero che alle prossime elezioni ci saranno nuove  persone. Persone non disoneste, perché ne abbiamo avute già tante. Spero che  Caivano ritorni a noi.

Dico ai cittadini di caivano “non fidatevi delle promesse, non ridiamo  le poltrone a chi ci ha distrutti, a chi ci ha infangati, a  chi si diverte con i nostri soldi! A chi  disprezza il popolo di caivano”.  Quante volte li ho affrontati dicendogli che se mangiano e fanno la bella vita è perché noi li abbiamo messi lì. Il popolo li ha messi lì. Questo popolo che  loro disprezzano !

Stiamo attenti!

Fortuna Tondi

SI, MI CANDIDOultima modifica: 2009-09-16T12:38:54+02:00da caivanesi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento