Tondi Fortuna: contro i politicanti e il malaffare

LETTERA DI LOTTA DELLA SIGNORA TONDI FORTUNA AI CITTADINI CAIVANESI

4583_1069031451662_1402375391_30158655_4631167_s.jpgAmo il popolo caivanese, il mio popolo: gente perbene, che lavora  e suda ogni giorno per portare il457018301.jpg pezzo di pane a casa, per crescere dignitosamente i figli e mandarli a scuola.

Il popolo di Caivano è mortificato, svenduto, umiliato , da una razza di truffatori che non l’ha mai amato né capito, una razza infame che approfitta della generosità e della buona fede di cittadini che non hanno mai chiesto niente, che non hanno mai chiesto regali, abituati a sacrificarsi e a conquistarsi tutto con il lavoro.

Non è giusto! Non  è giusto che i politicanti facciano il bello e il cattivo tempo nel nostro paese, che sperperino i soldi pubblici per i loro loschi affari, che mandino alla rovina una comunità di 40.000 cittadini.

Mi voglio ribellare! La mia storia la conoscono tutti ormai. Sono sotto assedio della micro-criminalità e mai, dico mai, nessun politico di professione si è sentito in dovere di risolvere la mia situazione. Mi hanno chiamata solo per chiedere il voto mio e della mia famiglia; e ho provato schifo quando alcuni politicanti hanno  addirittura cercato di strumentalizzare la disgrazia della mia famiglia  .

Ai signori politicanti io voglio chiedere:  Che cosa avete fatto per risolvere l’emergenza criminalità? Dove sono le video sorveglianze? Perché non aiutate tutti cittadini afflitti dalle cartelle pazze di Euitalia Polis? Perché non bloccate il commercio abusivo che mette a rischio la salute dei cittadini e soffoca i piccoli esercizi commerciali? Perché non abbassate la tassa della spazzatura visto che abbiamo il Cdr a Caivano? Perché avete permesso che Caivano fosse circondata dai centri commerciali?”.

 La verità è che i  partiti politici sono solo comitati di affare, gente disonesta che conosce i fatti e non parla, che si frega il malloppo e ingrassa alla faccia nostra, sulla pelle e sulla salute della maggioranza dei caivanesi.

Basta! Non ne possiamo più. Dobbiamo fare qualcosa!

Mai avrei immaginato di dovermi impegnare in politica,ma lo devo fare! Lo devo fare per il mio amato popolo,per i miei nipoti, per la nostra dignità.

Voglio scoprire i segreti dei politicanti e li voglio comunicare alla gente; voglio controllare che fine fanno i nostri soldi; voglio la video-sorvegliaza a Caivano e uno sportello comunale che assista tutte le vittime della micro-criminalità; voglio l’abolizione della Tassa sulla spazzatura perché siamo il paese più inquinato della Provincia Nord di Napoli; voglio un piano per la tutela dei piccoli commercianti rovinati  dagli abusivi e dai centri commerciali; voglio un difensore civico efficiente che tuteli i tanti cittadini onesti vittime della burocrazia maledetta; voglio una politica gratuita, niente più soldi ai consiglieri, al sindaco e agli assessori. I gettoni dovranno essere devoluti ad un fondo comunale di assistenza per i  poveri e i  disoccupati.

Condividerò questa battaglia con i  militanti del Comitato Civico Cittadini di Caivano ed  Insorgenza Civile. Persone serie e perbene che sono state sempre vicine a me e alla mia famiglia e che hanno aiutato tante altre famiglie in difficoltà senza mai chiedere nulla in cambio! Siamo una squadra ormai!

Sogno una Caivano pulita e tranquilla, senza criminalità, dove ogni cittadino possa lavorare sereno e sicuro. Sogno una amministrazione che dia a questo meraviglioso popolo tutto ciò che esso merita.

Non mi fermerò mai!

Insieme ce la possiamo fare!

 

Tondi Fortuna

Tondi Fortuna: contro i politicanti e il malaffareultima modifica: 2009-07-10T11:04:00+02:00da caivanesi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento