VINCENZO CIMINO. DA SEMPRE CONTRO LE CARTELLE PAZZE DI EQUITALIA POLIS.

VincenzoCimino.jpgMi chiamo Vincenzo Cimino, ho trentaquattro anni , vivo a Frattamaggiore,  paese in cui sono  cresciuto e dove oggi sono responsabile di uno studio legale. Mi sono laureato in Giurisprudenza con una tesi sul lavoro sommerso, una delle maggiori piaghe che affligge il nostro martoriato territorio.

La mia scelta di studiare legge e di praticare la professione forense è figlia sì della passione per lo studio del diritto ma anche della convinzione  che a base della civiltà ci sia l’accertamento , l’analisi e il rispetto delle norme  di convenzione sociale.

Fin dal tempo dei romani il diritto ha costituito l’asse portante di  ogni organizzazione del vivere umano e civile. Senza il diritto la nostra società finirebbe nell’anarchia e nel sopruso. Lì dove la norma giuridica è calpestata i forti abusano dei deboli, la prepotenza e la violenza vincono sulla ragione.

Ogni giorno mi batto a difesa dei diritti di quei cittadini calpestati e mortificati dalla prepotenza di un potere politico arrogante che, stravolgendo il diritto civile, ha    nei fatti trasformato le Istituzioni pubbliche in un ricettacolo di interessi privati.  In particolar modo negli ultimi anni  mi sono occupato di diritto tributario difendendo con convinzione i contribuenti onesti dalle cartelle pazze di quella che prima si chiamava Gest-Line ed oggi Equitalia Polis.

Da due anni sono responsabile dello sportello legale del Comitato Civico Cittadini di Caivano, dove gratuitamente assistiamo i cittadini colpiti da ipoteche e fermi amministrativi illegittimi, riuscendo anche a vincere importanti battaglie.

Sovente infatti incappo in palesi violazioni delle più elementari garanzie costituzionali  a tutela del contribuente, alcune delle quali così evidenti da finire sulle prime pagine dei giornali nazionali, riportate poi anche da questo blog.

La battaglia contro questi soprusi deve continuare. Non solo in ambito giuridico ma anche, e soprattutto, in ambito politico.

Ho scelto di candidarmi con INSORGENZA CIVILE perché è l’unico movimento che tutela i diritti dei cittadini. Un movimento che senza risparmiarsi ha denunciato il torbido che inquina il sistema della riscossione, preannunciando quanto poi ha fatto emergere l’indagine della Procura della Repubblica avverso i dirigenti di Equitalia Polis.

La mia candidatura in questa lista vuole essere una atto di battaglia, una civile insorgenza contro il malaffare. Un atto di rottura contro il vecchio sistema clientelare.

Voglio essere in prima linea insieme al  nostro popolo, un popolo onesto che ha deciso di dire basta alla prepotenza e alle ruberie della politica politicante

VINCENZO CIMINO. DA SEMPRE CONTRO LE CARTELLE PAZZE DI EQUITALIA POLIS.ultima modifica: 2009-05-25T19:32:00+02:00da caivanesi
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “VINCENZO CIMINO. DA SEMPRE CONTRO LE CARTELLE PAZZE DI EQUITALIA POLIS.

Lascia un commento